Fisco, compensazioni sotto tiro

Se non si sono utilizzati i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate per la compensazione dei crediti IVA superiori a 10mila euro, c’è il rischio di incorrere in sanzioni; con il termine di decadenza del 31 dicembre, cominciano ad arrivare gli atti di contestazione per chi ha presentato l’F24 senza ricorrere ai servizi Entratel o Fisconline. Pur in assenza di una specifica previsione sanzionatoria, gli uffici provvedono comunque a contestare la violazione con una pena da 258 a 2.065 euro, prevista per ogni delega irregolarmente trasmessa.

Fonte: Il Sole 24 Ore del 30/09/2015, di Riccardo Zavatta, pag. 43