Più sconti per la rappresentanza

Le spese di rappresentanza potranno essere dedotte dal reddito di impresa aumenteranno, a partire dal 2016 per un limite massimo dell’1,5% (mentre in precedenza era dell’1,3%) sui ricavi e proventi della gestione delle imprese; fino a 10 milioni di euro per i ricavi, allo 0,6% se si eccedono i 10 milioni e fino ai 50 milioni di euro, e allo 0,4% se si sforano i 50 milioni di euro. Questi limiti sono previsti dall’art. 9 del Decreto Legislativo sull’internazionalizzazione delle imprese. Cambiano le cose anche relativamente all’inerenza: essa deve essere individuata non più solamente dall’attività internazionale dell’impresa. Si attende a questo punto un chiarimento delle Entrate per sapere se già dal prossimo anno si potranno usare le nuove percentuali per dedurre le spese “pre ricavi” sostenute fino alla fine del 2015.

Fonte: Il Sole 24 Ore del 2 Settembre 2015, di Luca De Stefani, pag. 35